giovedì 23 aprile 2015

trotta trotta cavallino

Qualche tempo fa un'amica mi ha fatto notare che sono come la gazzella africana. Ogni mattina mi sveglio e inizio a correre.
Non ho leoni alle calcagna che cercano di dare un senso alla catena alimentare, no, niente di tutto ciò. Piuttosto due figli e un marito che reclamano il mio ruolo di matriarca e che si aspettano che sia io a cacciare e a prendermi cura della tana.
Ormai sono arrivata al punto di farmi liste per ogni cosa che devo fare e durante gli spostamenti in macchina calcolo e organizzo, cosa fare prima, cosa fare intanto che cuoce la cena, quando attaccare la lavastoviglie per avere il tempo di sistemare la cucina e organizzare altro. Insomma, una vita a incastro, come un Tetris.
O al trotto, come questo cavallino.


Una carissima amica aveva il Battesimo del nipotino, così mi ha chiesto una card. Si è scusata mille volte, dicendo che sapeva benissimo che avevo mille cose da fare. Anche lei è una mamma a incastro, potrebbe decisamente vincere i campionati delle corse a ostacoli per mamme incasinate. Quello che non sa è che io aspetto solo una scusa, un pretesto, una richiesta che mi dia l'occasione di far passare in secondo piano la gestione dei cavernicoli di cui sopra e dedicare qualche ora della mia giornata a me, a quello che mi piace. Quindi sono io a ringraziare. Infinitamente.


Ho deciso di relizzare una card con chiusura a incastro, come quella che vi avevo fatto vedere qui.
Per la base ho usato un cartoncino Bazzill dotted color verde acqua. La carta decorativa fa parte del set Spotted Owl Soup di Jillybean Soup. Lo sticker metallico è di Artemio, mentre il cerchio che fa da chiusura è ricavato da un Bazzill Atlantic.


Nelle foto potete anche vedere l'effetto dei raggi del sole che filtrano dalle imposte. Non c'è che dire...una giornata stupenda.


2 commenti:

  1. Chiusura a incastro per mamme ad incastro....tutto torna alla fine :-)
    Biglietto bellissimo, ha avuto un successone. Grazie grazie grazie!! Anche per le belle parole! baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Figurati! È stato davvero un piacere!

      Elimina