mercoledì 23 marzo 2016

Easter treats: paper carrots

 
Su Pinterest se ne trovano a dozzine: pensierini realizzati con la forma tipica della Sour Cream, o di qualche genere alimentare liquido, come anche di alcuni succhi di frutta. Una forma semplice che permette moltissime varianti e decoraizoni.
Così per questa Pasqua ho optato per le carote, con il loro colore naturalmente allegro. Realizzare queste confezioni è molto semplice, anche se qualche insidia si nasconde per ripresentarsi al momento meno opportuno...magari poco prima di consegnare il tutto...

Ma dicevamo...carote! Sono partita da un cartoncino arancione che ho tagliato in rettangoli di 6x4 pollici (15,2x10,2 centimetri circa); le dimesioni in questo caso sono assolutamente personalizzabili, dipende molto da quello che volete inserire. Ho timbrato i cartoncini con il timbro di sfondo Lattice di Hero Arts utilizzando un inchiostro sempre di Hero Arts, Orange Soda. L'effetto è una decorazione tono su tono che rallegra l'insieme senza essere fastidiosa.

 
Si uniscono poi i due lati corti con nastro biadesivo, ottenendo un piccolo cilindro aperto sopra e sotto. Le due aperture vanno poi richiuse una in un verso e una nell'altro, in modo che la scatoletta abbia dimesione e non si appiattisca su se stessa. Per chiuderle basta piegare un pochino la carta e unire i lembi con il nastro biadesivo. Sull'altro lato invece ho usato due tipi di nastro verde di Lidl, uno a pois e uno a quadretti, a ricreare il ciuffo verde delle carote. Ho poi praticato due forellini ai lati del "ciuffo" dove ho fatto passare il nastro sottile verde che ho usato per tenere chiusa la confezione e per legare con un fiocchetto il medaglione con la scritta Happy Easter, timbrato sempre con inchiostro Orange Soda usando il set Smitty's ABCs di Lawn Fawn.


Ed ecco l'insidia: appena fatte le carote sono perfette, mantengono bene la forma e sono lì, carine, belle chiuse. La mattina dopo invece la carta ha lavorato troppo e il biadesivo ha ceduto, aprendo le due chiusure della carota, soprattutto quella inferiore, che non ha il nastrino a tenerla. Inutile, per questo tipo di lavori meglio usare la colla e lasciarla asciugare magari usando qualche mollettina di legno, nel lungo periodo il biadesivo cede, ma la colla garantisce una tenuta migliore. Non avendo assolutamente tempo di sistemare tutto con la colla, ho optato per un punto di pinzatrice. Ho usato la Crafter's Stapler di We R Memory Keepers, che ha dei punti metallici larghi e colorati; per le mie carote ho usato quelli gialli.

All'interno delle carotine ci sono degli ovetti di cioccolato. Questa volta devo ammettere che le carote hanno avuto bisogno di qualche spiegazione, non si manifestavano immediatamente come carote; forse un ciuffo più realistico avrebbe aiutato, magari usando più nastrini sottili o qualche ciuffetto di carta...insomma dicono che anche le migliori opere non fossero comprese al loro tempo...che siano carote postmoderne?

6 commenti:

  1. ah! ah! ah! bellissime le carote postmoderne!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povere le mie carote incomprese! Meno male che ci siete voi a fare uno sforzo di fantasia!

      Elimina
  2. Sforzo di fantasia? Ma sono carote! Indiscutibilmente carote! Innegabilmente carote!

    Cubiste... ma carote!

    Bellissime, complimenti!

    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! È vero...sono proprio cubiste...

      Elimina
  3. Ma no, dai, che si vede che sono carote...l'ha capito subito anche mio marito!! Dal vivo sono anche più belle, il timbro rende molto di più.
    Grazie ancora. Un bacio... al cioccolato ovviamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ma tuo marito è già avanti!!! In effetti le foto non sono il massimo, il timbro mi piace davvero molto e lo uso poco...a presto!

      Elimina